fare clic per attivare lo zoom
Caricamento mappe
Nessun risultato trovato
apri mappa
Vedi Roadmap Satellite Hybrid Terrain La mia posizione schermo intero Precedente Prossimo
Ricerca Avanzata
Abbiamo trovato 0 risultati. Vuoi caricare i risultati ora?
Ricerca Avanzata
abbiamo trovato 0 risultati
Risultati della ricerca

Bonus arredi giovani coppie legato all’acquisto della prima casa.

Postato da San Grato Aosta on 11 febbraio 2016
| 0

La detrazione è simile al c.d. “bonus mobili”, ma diversamente da quest’ultimo è slegata dalla ristrutturazione, e legata invece all’acquisto della casa.
La nuova detrazione si differenzia inoltre per queste caratteristiche:
spetta per un ammontare di spesa non superiore a 16.000 Euro (anziché 10.000 Euro), da ripartire in 10 quote annuali di pari importo;
è concessa alle giovani coppie (coniugi o conviventi more uxorio):
che costituiscono nucleo familiare da almeno 3 anni;
in cui almeno uno dei due non abbia superato i 35 anni d’età;
acquistano un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale.
La detrazione non è cumulabile né con la detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, né con il bonus mobili ordinario (ossia quello relativo agli immobili oggetto di intervento di ristrutturazione).
Molti aspetti dell’agevolazione non sono stati specificati dal legislatore, come ad esempio:
la data in cui va verificata l’età anagrafica;
i termini temporali relativi all’acquisto dell’immobile. Su questo punto si segnala un recente chiarimento fornito in occasione di Telefisco 2016 in cui l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, in assenza di indicazioni precise nella norma, si ritiene che l’acquisto dell’immobile possa essere fatto anche prima del 2016. Resta fermo, invece, che le spese per gli arredi debbano essere sostenute nel 2016. In attesa di una conferma ufficiale, l’Agenzia consiglia ai contribuenti interessati di pagare i mobili con un bonifico parlante, indicando nella causale del bonifico quella per le ristrutturazioni edilizie;
se entrambi i componenti della coppia debbano essere proprietari dell’immobile;
se l’acquisto debba necessariamente essere a titolo oneroso;
la tipologia di beni che rientrano nell’agevolazione (la norma fa espresso riferimento ai mobili e non anche agli elettrodomestici)